×

Radiografia Ginocchio

Rx Ginocchio a Domicilio

Radiografia Ginocchio

Esami a Domicilio entro  2 ore (salvo disponibilità) | Fuori Roma gli esami radiografici possono essere effettuati entro le 4 ore dalla chiamata.

La radiografia del ginocchio consente di valutare:

  • presenza di lussazioni
  • malformazioni presenti dalla nascita (congenite) come l’assenza della rotula
  • alterazioni e deformazioni, come nel caso del ginocchio varo o valgo o posizionamento anomalo della rotula o studiare la dismetria delle ginocchia
  • in vista di un intervento chirurgico e per controllare la corretta guarigione dopo l’intervento
  • per studiare le calcificazioni dei tessuti molli peri scheletrici, che a volte sono indicativi di tendiniti, o patologie legamentosa o borsistica
  • nel caso di processi degenerativi come l’artrosi, che danno dolore cronico o problemi al movimento
  • per evidenziare la possibile usura delle cartilagini del menisco e valutare la necessità d’approfondimento con Risonanza Magnetica
  • per escludere o controllare la presenza di patologie di natura tumorale

150 €*


*30€ ogni tratto aggiuntivo. NB: Se il domicilio del paziente è tra i 10 e i 50 Km fuori dal G.R.A. l’esame subirà un incremento di 40€

Chiama 06 565 48 408

Preparazione all’esame:

Gli esami radiologici non prevedono nessun tipo di preparazione particolare prima di svolgere l’esame.

Al paziente sarà richiesto solamente di indossare abiti comodi e di rimuovere eventuali oggetti metallici come ad esempio gioielli.

Durata:

L’esecuzione degli esami radiografici prevede una durata di circa 40 minuti.

Controindicazioni:

L’esame non può essere effettuato dalle donne in gravidanza.

L’esame radiologico è doloroso o pericoloso?

Le controindicazioni connesse all’utilizzo dei raggi x sono note a tutti. Ma è importante sottolineare che l’uso di tecnologie di ultima generazione, di tipo digitale, e le nuove procedure di schermatura per proteggere le parti del corpo più sensibili hanno ridotto notevolmente i rischi.

Inoltre i tempi d’esposizione sono diminuiti significativamente rispetto agli anni passati, con un vantaggio ulteriore per i pazienti.