CHIAMA ADESSO

+39 06 565 48408

PRENOTA ONLINE

PRENOTA ONLINE

150€

COSTO DELLA VISITA

Dal lunedì al venerdì entro le 6-8H dalla chiamata (area di Roma) | Fuori Roma – non oltre i 10km fuori dal G.R.A. – le tempistiche variano in base alle disponibilità degli specialisti.

CHIAMA ADESSO

CHIAMA ADESSO

a cosa serve

L’angiologia è una branca della medicina che si occupa di studiare i maggiori disturbi legati ai vasi sanguigni e ai vasi linfatici. Questi disturbi sono molto diffusi nel mondo occidentale e colpiscono circa un terzo della popolazione, in modo particolare le donne. La visita specialistica angiologica ha lo scopo di verificare o escludere la presenza di una patologia riguardante i vasi sanguigni o linfatici e quindi di programmare o integrare un programma di cura del paziente. L’esame più spesso utilizzato dall’angiologo per valutare lo stato dei vasi sanguigni e linfatici è l’ecocolordoppler.

Le maggiori patologie studiate e curate dall’angiologia sono:
• insufficienza cronica venosa, come ad esempio vene varicose o varici agli arti inferiori
• vasi linfatici colpiti da linfedema (sindrome della gamba grossa)
trombosi venosa profonda e trombosi venosa superficiale
malformazione artero-venosa
ulcere vascolari.

Non è necessaria alcuna preparazione specifica. Al paziente sarà richiesto solamente di tenere a portata di mano la documentazione di esami o analisi cliniche precedenti.

Il servizio di angiologia domiciliare è pensato per tutte le persone che abbiano necessità di un check-up o di monitoraggio direttamente a domicilio e sempre per chi fosse impossibilitato a muoversi da casa. Lo scopo del servizio domiciliare di Medical Aim è di evitare al paziente ulteriori stress dovuti agli spostamenti.
La visita inizia con la classica intervista per conoscere la storia clinica del paziente, in modo da individuare la presenza o meno di fattori di rischio (ipertensione, colesterolo alto, fumo, familiarità, etc). Quindi l’angiologo procede visitando il paziente per evidenziare la presenza di sintomi tipici, proseguendo poi con la palpazione ed auscultazione, in modo da individuare possibili soffi vascolari, segno di restringimento dei vasi o anomalia del flusso sanguigno.
 Nel caso si renda necessario, si procederà con la prescrizione di eventuali esami strumentali di approfondimento, come ad esempio l’ecocolordoppler.